Come gestire il tuo tempo e imparare cose nuove ogni giorno

Ecco una verità difficile da digerire:

Hai solo 24 ore.

Non importa quanti libri hai o non hai scritto, non importa quanto grandi sono o non sono i tuoi sogni, non importa quanto “potenziale” hai o non hai – una giornata ha sempe e comunque solo 24 ore .

Non solo.

Le 24 ore di oggi si muovono molto più veloci di quelle di ieri. Le 24 ore di domani andranno ancora più veloci. Ogni anno sarà sempre più veloce del precedente. Si perchè più invecchi, meno tempo ti rimane, più cambia il tuo senso del tempo. Un anno non sembra molto lungo quando ne hai vissuti solo 10. Dopo averne vissuti 20, però, sembrano anni due volte più veloci perché ne hai sperimentati il ​​doppio. Man mano che invecchi i giorni passano sempre più velocemente di quanto avresti mai immaginato possibile da bambino.

Sei pieno di impegni. Lo so perché sei vivo su questo pianeta nell’epoca più stressante di sempre. Però devi affrontare questa cosa, non puoi sfuggire. Devi imparare. Devi crescere. E nel frattempo, devi rimanere sano di mente.

Come si può fare?

Ecco alcune idee al volo:

 

1- NON ESAGERARE COI PODCAST

Molte persone che conosco sono podcast dipendenti.

I podcast ci fanno sentire intelligenti. Soprattutto in quest’epoca, la nostra cultura impone che chi ascolta più podcast è più intelligente.

“Ascolto a velocità 2x”, mi ha detto una volta qualcuno con tono fiero. “Quindi posso imparare più rapidamente.”

La domanda che non ho fatto, ma che avrei dovuto, era questa:

“Okay, quindi cosa ricordi dell’ultimo post che hai ascoltato?”

Un giorno ho iniziato a fare questo esercizio. Al mattino ascoltavo un podcast. Poi a sera prima di andare a letto il compito era di ricordare cosa avevo imparato con il podcast ascoltato la mattina e ripeterlo.

Ebbene sì, non mi ricordavo quasi più niente.

Invece di guidare ascoltando podcast. Guida cercando di ripetere ciò che hai imparato dai podcast ascoltati prima di salire in macchina. Ti stupirai di quanto tempo hai sprecato ascoltando podcast di cui non ti ricordi nulla. E’ il momento di cambiare il tuo approccio ai podcast e smettere di ascoltare quelli che non riesci a memorizzare.

 

2- IMPARA QUESTE PAROLE MAGICHE

“Ti amo, ma non posso concentrarmi su di te in questo momento.”

Una volta ho detto di sì a tutto ciò che ho arbitrariamente ritenuto “utile”. Le modifiche al sito Web, la ricerca, la scrittura e lo studio dei grafici, i messaggi su whatsapp, facebook. Il risultato è stato che il mio cervello ha sprecato una massa enorme di energia saltando da una cosa all’altra.

Quando tutto è importante, niente lo è.

Fai una cosa per volta e fino a quando non hai finito, non pensare ad altro.

Ora, quando sto cercando di imparare qualcosa di nuovo, a tutto il resto dico “Ti amo, ma non posso concentrarmi su di te in questo momento”. Dico questo a LinkedIn, Whatsapp, alle telefonate e a Facebook.

L’apprendimento è un progresso , anche se non sembra una priorità. Quando leggo o faccio ricerche, è TUTTO ciò che faccio.

 

3- OGNI GIORNO CHIEDI A UNA PERSONA DI PARLARTI DEL SUO LAVORO.

Ecco un trucco. Fai in modo di essere la persona più stupida nella stanza ovunque tu vada.

Quando sei stupido, la gente ti dice tutto quello che sa. Prendi appunti. Quindi ripetilo quando torni a casa.

Le persone spesso ignorano di avere grandi fonti di conoscenza tutt’intorno sotto forma di collaboratori.  Il più delle volte, è meglio avere una conversazione approfondita con un collega piuttosto che leggere l’ultimo libro di successo perché i colleghi:

  1. Hanno informazioni specializzate
  2. I concetti si applicano direttamente in ambito lavorativo
  3. Non stanno cercando di venderti le informazioni che hanno.
  4. Se ci lavori assieme ce li hai a portata di mano per domande di follow-up
  5. Saranno grati per l’opportunità di condividere ciò che sanno, si sentiranno importanti.

Ti sfido a imparare tanto da tutti intorno a te. I libri sono una fonte di informazione importante, ma di qualità inferiore in confronto.

 

4- DESIDERARE DI BUTTARE VIA IL TEMPO

Ciò sembra impensabile nell’era della formazione online. Come ci si può permettere di sprecare il tempo?

Semplice. Perché una lezione appresa con l’esperienza è spesso più potente di cento concetti imparati in teoria.

Quando ho imparato a programmare per la prima volta, mi sono messo a programmare. Ogni passo ha richiesto secoli, ancora youtube non c’era, seguivo questo libro della McGrowth Hill che conteneva un sacco di esercizi e su poche pagine ci rimanevo giorni interi a provare e fare test. Così come quando ho realizzato i miei primi Expert Advisor nella piattaforma di trading. Mesi e mesi per realizzare qualcosa di funzionante.

Alla fine di quei mesi, mi sono asciugato il sudore dalla fronte, ero fiero di aver realizzato il mio primo EA.

Sai cosa è successo dopo?

Ho gettato quel progetto direttamente nel cestino. Nessuno l’ha mai visto.

Più di recente davanti a dei tutorial youtube mi sono rotrovato a fare avanti e indietro, mettendo in pausa e provando. E ‘stata una sofferenza ma ogni cosa imparata in questo modo me la ricordo ancora. Se avessi letto un libro non me lo ricorderei così bene.

L’apprendimento ha sempre un costo, sia esso tempo o denaro. Il progetto di cui ti ho parlato prima non mi è costato soldi, ma ho sacrificato il mio tempo, una cosa che non tornerà mai più indietro.

Ora fai attenzione a questo.

Se desideri fare un buon lavoro, dovrai fare molto lavoro invisibile.

Come risultato di quei mesi, ora sono in grado di programmare la piattaforma a un livello discreto.

L’apprendimento fa schifo. Fa male. Ti farà sentire stanco.

Ti accorgi che stai imparando quando alla fine ti senti uno straccio e in quel tempo hai realizzato per lo più qualcosa di inutile che nessuno vedrà mai.

Sii grato di quel tempo che sembra sprecato ma in realtà è il miglior investimento.

Tags:

2 Comments

  1. Consigli utili, soprattutto concordo su quelli inerenti i podcast e i vari tutorial…sto seguendo il corso di Trading e ti ringrazio per averlo reso disponibile a titolo gratuito. Buona continuazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *