Se ti dimenticassi dei soldi, cosa accadrebbe?

Se ti concentri solo sui soldi, passerai la vita a fare cose che non ti piacciono.

Il denaro è una bussola che non funziona.

Trascorriamo gran parte della nostra vita concentrandoci sul denaro, cercando di ottenere più soldi.

E se invece funzionasse al contrario? E se invece dovessi iniziare da ciò che ti piace e il denaro arriverà poi come conseguenza?

L’avrai sentito molte volte. Guadagna dalle tue passioni! Trasforma le tue passioni in un lavoro!

Segui le tue passioni, diventa il numero uno e vivrai una vita piena di successi e prosperità!

Sembra non faccia una piega.

Solo quando ciò che fai ti appassiona dedicherai il massimo delle energie senza sentire alcuna fatica.

  • Lavorerai senza attaccamento
  • Sentirai che la tua vita ha un significato
  • Sarai più in pace con te stesso
  • Vincerai le tue paure
  • Sentirai di essere utile al mondo
  • Ti sentirai connesso con il mondo
  • Alla fine farai più soldi di quanto ti sarebbe mai sembrato possibile

Eppure non funziona proprio così.

Un giorno ho visto un video di Montemagno molto divertente.

Teneva in mano una rana che sparava bolle di sapone. Se ne stava lì con questa rana sparabolle in mano dicendo…

<<Se la mia passione fosse sparare bolle di sapone? Dovrei seguire la mia passione? Ovviamente no!>>

Allora cosa ci sfugge di tutto questo?

La vita non è bianco o nero, è fatta di sfumature, di compromessi, di zone d’ombra dietro le quali spesso si nasconde la verità.

Estremizzare i concetti porta solo a fraintendimenti.

Si estremizza troppo il concetto di passione e il fraintendimento nasce da qui.

Le passioni e i talenti non sono la stessa cosa

La passione è fine a se stessa, ha l’unico scopo di alimentare il rilascio di dopamina.

Il talento è utile. Il talento è produttivo. Il talento arricchisce noi stessi e chi ci circonda.

Sparare bolle di sapone mai e poi mai, potrà arricchire o migliorare la vita nostra e di chi ci circonda.

E se non ho alcun talento?

E’ IMPOSSIBILE!

Ognuno di noi ha un talento innato. Qualcosa di utile, di produttivo, che ci riesce bene, ci riesce facile, che facciamo senza sforzi, una dote.

Devi allenare quella dote, devi trasformare la tua dote in una passione. Questo è il trucco.

Un altro fraintendimento è il seguente.

Seguire le proprie passioni non significa farlo solo quando ne abbiamo voglia.

A parte che se è la tua passione, per definizione dovresti averne sempre voglia, dovrebbe essere ciò che ti appaga e ti rende felice. Ogni volta che lo fai dovresti essere felice di dare finalmente il tuo contributo al mondo, un po’ come se fosse una missione, non so se mi sono spiegato.

Nonostante ciò, te lo garantisco, avrai giornate NO, in cui non ne hai voglia, in cui ti senti stressato, giornate in cui per coltivare la passione (ergo il talento) dovrai andare oltre la tua zona di confort, spingerti al massimo e fare cose che potrebbero essere stancanti, stressanti, faticose, o magari nello specifico non ti piacciono, ma sono necessarie e funzionali per esprimere al massimo la tua passione (il talento). E’ così che si diventa i migliori.

Quando il gioco si fa duro non devi mollare.

Devi comprendere che siamo venuti al mondo per esprimere i nostri talenti al massimo. Se non lo facciamo, non solo avremo rinunciato a qualcosa di bello nella nostra vita, e non solo avremo perso qualcosa come individui. ma anche il mondo avrà perso qualcosa.

Noi siamo qui per manifestare qualcosa e per permettere a tutti di beneficiarne. Se non lo facciamo, ci perdiamo tutti.

Come dice sempre uno dei miei mentori.

La più grande perdita di questo mondo è la scia di cose non fatte dalle persone sepolte al cimitero. Sono i rimpianti che avevano prima di lasciare questo mondo.

IL NON FATTO

Ogni volta che qualcosa non viene fatto, ci perdiamo tutti.

Capito questo, la vita assume una prospettiva diversa.

Molti continuano a svolgere un lavoro che a loro non piace e rinunciano a realizzarsi, in nome della sicurezza. Non vogliono prendersi dei rischi. Realizzare i sogni di qualcun altro è più sicuro.

La ricerca della sicurezza è la più grande fregatura dell’essere umano. Anche questo è un malinteso di proporzioni colossali.

I nostri antenati nelle grotte, gli uomini primitivi, rischiavano ogni giorno di finire mangiati da qualche animale là fuori, una tigre o un leone. Per questo il nostro cervello si è sviluppato in modo tale da cercare primariamente il senso di sicurezza, di scampato pericolo e quando siamo al sicuro vengono rilasciate delle sostanze che ci fanno sentire bene. Questo meccanismo ha permesso alla nostra specie di sopravvivere.

Ma oggi non è più così, là fuori non ci sono più animali selvatici pronti a mangiarci. Purtroppo la nostra mente, a livello inconscio, continua a funzionare come migliaia di anni fa, il nostro cervello non si è adattato al contesto attuale, probabilmente perché il mondo è cambiato troppo rapidamente e non c’è stato il tempo.

 

Adesso chiediti. Cosa vuoi fare della tua vita?

Dillo a voce alta. Grida i tuoi desideri in un armadio vuoto! Qualunque cosa tu desideri lo puoi avere passando per il tuo talento. Se lo desideri e ci lavori abbastanza a lungo, arriveranno anche i soldi.

Coltivare il tuo talento è una calamita per il denaro. La sfida è che questa calamita non attrae nulla finché non sei pronto  e non puoi sapere in anticipo quando verrà il momento. Tutto quello che puoi fare è metterti all’opera, e basta. È una strategia semplice se ci pensi. Scegli un lavoro basato sui tuoi talenti e inizia a farlo adesso. Se necessario fallo gratuitamente. Devi lavorare per coltivare il tuo talento, per perfezionarti, non per i soldi. Quelli vengono dopo!

Se ti dimentichi del denaro e ti concentri sul tuo talento, diventerai un maestro a dei livelli che non credevi possibili.

Finirai per lasciare il segno e cambiare il mondo.

Il lavoro basato sulla tua dote, ha un valore inestimabile. Fallo e innamoratene. Quello che succede dopo è pura energia, è la materia di cui sono fatti i sogni e di cui si scrivono i libri di storia.

 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *