E’ da un po’ di mesi che non ci sentiamo, da prima del Corona virus, non importa adesso esplorare il motivo che mi ha tenuto lontano da voi, ciò che conta è che adesso ci siamo, almeno io ci sono, sempre e comunque nonostante  tutto, con disciplina, costanza e regolarità. Più avanti probabilmente ci sarà occasione di fare 4 chiacchiere sulle motivazioni che mi hanno tenuto così a lungo lontano da voi, sì perchè di fatto sono stato lontano da questi schermi per molti mesi, da prima del corona virus!!!! 😱😱😱😱😱😱😱

E’ chiaro, non ho mai smesso di operare sui miei conti, io sono un trader e trader rimarrò, finchè morte non mi separi dalla piattaforma, infatti non sono stato lontano dalla piattaforma nemmeno per un attimo e questa settimana nei vari articoli condividerò con voi, come sempre, la mia situazione a mercato. Semplicemente in questi mesi non ho avuto l’opportunità di condividere il mio lavoro con voi.
Adesso è il momento di ricominciare, riprendiamo pertanto a tutta birra con le nostre analisi, operatività mostrata in tempo reale e la formazione per imparare a capire i mercati e lavorare in modo corretto e senza farsi male, auguriamo quindi anche questo nuovo BLOG!  😉

In questi mesi di assenza come dicevo c’è stato il cahos… IL COVID!!! 😱😱

Effetti:

  • VOLATILITA’ COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI, TORNATI AI LIVELLI DI 8 ANNI FA!
  • PETROLIO QUASI IN CRASH
  • INDICI DELLE BORSE CON PERDITE SECCHE IN POCHI GIORNI DAL 20% AL 50% 😱

 

Inutile dire che io mi preparavo da anni ad uno scenario simile, lo dicevamo tutti da tempo noi del settore, stiamo andando verso un crash di enormi proporzioni, e secondo me E’ SOLO L’INIZIO!!!! Io ho iniziato a posizionarmi a mercato dal 2013 con contratti e operazioni in ottica di protezione del mio capitale, anzi a dire il vero forte profitto sul mio conto in caso di crash, una sorta di BIG SHORT (Non so se avete visto il film, ve lo consiglio), ma qui stiamo passando alla parte più di portafoglio di investimento, che di trading speculativo, cosa di cui comunque ho intenzione di occuparmi da adesso in poi perchè lo ritengo fondamentale nella costruzione del proprio futuro finanziario.

Ora non voglio riempirvi la testa di troppe cose e limitiamoci a:.

  • PETROLIO (IL WTI)
  • INDICI, (PRENDEREMO A RIFERIMENTO SP500 che come sapete è il mio preferito)
  • 2 (proprio 2) operazioni che ho in piedi, una buona e una cattiva, operazioni che tra l’altro abbiamo iniziato insieme mesi fa e che sono ancora aperte, poi nei prossimi giorni vedremo le prossime.
  • Situazione generale del mio conto

Inoltre verificheremo insieme la mia esposizione complessiva a mercato sul mio conto REALE di riferimento.

Prima di iniziare vi consiglio di seguire i video precedenti dove spiego la mia operatività CFD su valute, trovi i video a questo LINK

https://www.facebook.com/pg/druscelli.official/videos

 

PETROLIO WTI D1

Il petrolio merita 2 righe su cosa è successo. A causa del “contango” il prezzo del futures la settimana scorsa è stato negativo!!!

Sul CFD questo non si è visto perchè i CFD, in particolare su MT4 non prevedono quotazioni negative pertanto i Broker semplicemente hanno sospeso l’operatività.

Com’è possibile? Cos’è successo?

Il contango è quella situazione in cui vi è più offerta che domanda. Nel caso specifico la sproporzione è stata enorme e dovuta principalmente a 2 fattori.

1- La guerra commerciale della Russia che ha deciso di non acconsentire al taglio del’estrazione di greggio, sapendo che gli altri paesi, in particolare gli USA che di recente hanno affinato e utilizzato shale oil, la tecnica che permette loro di produrre petrolio da petrolio contenuto in un particolare tipo di roccia di cui il continente è pieno, ma che essendo un processo di lavorazione complesso e costoso conviene solo ed esclusivamente se il prezzo del petrolio è alto. Gli USA hanno investito molto in strutture atte alla produzione di Shale Oil, e un prezzo de petrolio basso danneggia l’economia USA rendendo vani ingenti investimenti fatti in quanto gli USA si trovano costretti a fermare intere raffinerie.

2- il COVID. In aggiunta a ciò il COVID ha ridotto enormemente la necessità di petrlio sia in USA che in CINA, in modo improvviso e violento, ma soprattutto inaspettato.

Mentre la posizione della Russia ha provocato una diminuzione del prezzo più o meno graduale e prevedibile, il COVID-19 è stato improvviso e ha provocato un vero e proprio crash.

Soi è verificato il seguente scenario. Martedì 21 Aprile si è prodotto più petrolio di quanto in tutto il mondo fosse possibile immagazzinarlo.

NON SI SAPEVA PIU’ DOVE METTERLO! Ciò ha provocato il prezzo negativo. Immaginatevi qualcuno talmente nel pallone non sapendo dove immagazzinare il proprio petrlio, che è disposto a PAGARVI (prezzo negativo) per prendervene un po’.

Mai successo nella storia e forse non lo rivedremo mai più, ma questi eventi quando li si vive in maniera diretta operando sui mercati e non solo ascoltandoli dai notiziari, fanno sempre una certa impressione.

Come detto in precedenza, l’operatività sul CFD è stata sospesa, perchè i fornitori di liquidità non avevano più un futures con cui coprire le operazioni.

Una curiosità:

  • Intaractive Brokers ha incassato 80 milioni di danni per operazioni a margine chiuse in negativo (dovute presumo ad una errata gestione del desk), molti altri Broker avrebbero chiuso i battenti il giorno dopo con una perdita simile, nel caso di Interactive Brokers poco male, visto che parliamo di un’aziendina che fa un utile (UTILE NON RICAVI) annuo di 1 miliardo di dollari.

Tornando allo strumento finanziario. Una nota di servizio per trasparenza: l’operazione qui visualizzata non è stata aperta sul nostro conto classico dove vi mostro l’operatività in valute, ma su un altro mio conto. Comunque mi interessava farvela vedere perchè considerando il mio prezzo medio di carico, siete ancora in tempo a salire in sella anche voi.

Come si può vedere dall’immagine ho iniziato ad aprire contratti da 18 dollari, poi ne ho aperti altri a 15, poi il prezzo è crollato a 3 dollari ma i fornitori di liquidità avevano chiuso, pertanto ho bestemmiato per non poterlo comprare a quel prezzo lì. Folcorismo a parte. Appena la liquidità è stata di nuovo disponibile ho comprato vari contratti attorno a 8/9

Ciò mi ha permesso di avere un prezzo di carico medio giù a 13.

Considerando che il prezzo ni chiusura Venerdì sera stava a 11, se lo comprate qui, magari tenendovi pronti ad altre discese quindi senza aprire troppi contratti, state facendo un affare migliore del mio. Con la mia esposizione su questo strumento basta che risalga a 40 (dove c’è un enorme buco di volatilità / GAP) e ho fatto occhio e croce 6/8% con una sola operazione.

Ho calcolato il sizing per non crearmi problemi anche se scendesse a 1 dollaro, dove ne comprerei ancora di più tanto per intenderci. Può capitare, pertanto calcolate bene la dimenzione delll’operazione in base al vostro capitale.

Ho giò messo nel caso dovesse di nuovo crollare, (non si sa mai), un pendente in zona 5. Dai lasciatemi sognare!

 SP500 D1

Qui io sono dentro con degli ETC, strumenti che spero di riuscire a mostrarti più avanti e che fanno parte del bagaglio degli attrezzi di un investitore, sono anni che mi preparo al crollo, Sono già in profitto, potevo fare meglio ma mi accontento, poichè non sto facendo trading sul CFD non riesco a mostrarvi l’operazione, anche perchè l’ho fatta su uno strumento coperto in EURO pertanto la quotazione dei contratti dipende non solo dall’andamento della borsa americana, ma anche dall’andamento di EURO DOLLARO.

Rimanendo sulla didattica, notevole per noon dire pazzesco questo movimento da 3400 a 2100, una perdita del 35% poi riassorbita per più di metà.

Personalmente sono già in profitto sul mio IUSE (per gli investitori sofisticati che sanno come fare, lo trovate con questo codice)

Se non sai di cosa sto parlando, spero di avere l’opportunità di mostrartelo.

 

USDRUB D1

Dollaro contro Rublo è un’operazione andata male.

Il prezzo è sempre stato in un range tra 70 e 55 per 4 anni.

Su questo avevo basato la mia operazionee vendendo inizialmente a partire da 61.

Ovviamente dopo 5 anni così, proprio poco dopo il mio trade il Rublo doveva rompere gli schemi e portarsi all’improvviso a 84, toccando un massimo storico del 2016.

Poco male, la mia gestione delle posizioni ad alto livello di sicurezza mi ha permesso di gestire questo “disguido” semplicemente creando una rete short sui massimi (faccio notare che due ordini sono ancora pendenti, cioè non effettivamente a mercato). Se tutti gli ordini venissero colpiti, su questo strumento siamo a LEVA 1.1. (Al momento 0.9). Pertanto problemi zero. Anzi, la costruzione della rete short mi ha permesso di alzare il prezzo di carico medio da 61 a 73.88. Ho messo il take profit a 73.00

Quando una operazione, come in questo caso, va male, lo scopo non è tanto fare profitto, ma piuttosto recuperarla.

Lasciamo il profitto ad altre operazioni, come per esempio EURUSD

 

EURUSD D1

Con prezzo medio di carico a 1.10 lascio un Take profit bello largo a 1.06, puntando su un movimento di lungo periodo ribassista sul lungo periodo che mi faccia prendere 400 pip.

Faccio notare che dal COVID la volatilità è schizzata alle stelle, l’indicatore ATR daily ha superato 100 pips di media giornaliera, questi valori non si vedevano da 7/8 anni.

 

 

Ecco lo specchietto della mia esposizione a mercato.

Da notare l’esposizione maggiore su USD, RUB, CAD, considerando che abbiamo un conto da 10mila euro su cui stiamo facendo queste operazioni, stiamo lavorando in enorme sicurezza.

Il COVID ci fa una pippa in pratica.

 

La mia situazione globale a mercato, considerate che ci sono varie operazioni con ottime probabilità di profitti interessanti e altre come il Rublo in fase di recupero.

 

E infine le operazioni andate bene senza la necessità di particolari “aggiustamenti”, sono quelle indicate in verde più le due di NZDCAD

GBPCAD

GBPUSD

NZDUSD

NZDCAD

Con questo è tutto! Buon Trading SERIO!

Tags:

4 Comments

  1. Ciao David, avrei una domanda… Come gestisci i costi di Swap del petrolio per queste operazioni che immagino siano a lungo termine? Che piattaforma usi?
    Grazie!

    1. in genere opero apposta per la stragrande maggioranza con lo swap a favore su altri strumenti, e quindi ottengo un ottimo effetto a compensazione, inoltre li pago con l’aspettativa di guadagnare di più, considerando un profitto di almeno 6/9% nel giro di qualche mese non credo che lo swap mi eroda il risultato, Vedremo alla fine se sarà un + o un -.

      Spero di esserti stato utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *