Oggi un articolo dove mostro 2 operazioni che ho a mercato ma soprattutto faccio un importante approfondimento educational parlando del tanto temuto SWAP

La mia è una strategia che prevede trade che possono rimanere aperti anche molti mesi.

Spesso qualche persona superficiale obietta che ciò non è sostenibile perchè i profitti vengono mangiati dagli SWAP.

Beh se utilizzi le regole della mia strategia, ciò non avviene, se ti fai mangiare i profitti dagli swap, allora non stai decisamente seguento il mio modo di operare sui mercati.

Ho scritto “superficiali”, senza offesa o giudizio, semplicemente perchè avendo parlato degli swap in lungo e in largo sin dai primi video in cui mostravo come fare operazioni di trading, è chiaro che l’affermazione non è stata preceduta da un attento e approfondito studio del materiale che ho messo GRATUITAMENTE a disposizione, materiale la cui produzione faccio presente mi è costata tempo e fatica, e che basta consultare. Il fatto che qualcuno meta a disposizione contenuti di valore come questi gratutitamente meriterebbe un plauso, invece capita che dei passanti abbiano l’abitudine di leggere un articolo, non visionare il resto del materiale, non seguire attentamente, ed emettere sentenze. Ciò dimostra appunto molta superficialità, come quelli che provano a cucinare senza leggere a fondo la ricetta e fanno un casino, poi danno la colpa al libro di ricette.

1- Io ho un indicatore che raggruppa lo stato degli SWAP e cerco più possibile opportunità a swap positivo, che hanno la precedenza ed eventualmente bilanciare altre opportunità che possono capitare a swap negativo.

Esempio di 3 trade a swap positivo e 1 negativo 0.5+0.5-1 = 0 (nessuna perdita di swap)

2- I trade a swap positivo rimangono generalmente aperti più a lungo, sempre per controbilanciare eventuali operazioni a swap negativo che cercherò di chiudere prima, se possibile.

3- spesso faccio hedging su cambi correlati, ciò implica quasi automaticamente un bilanciamento dello swap.

4- Io utilizzo un Broker con swap convenienti, un esempio ce l’ho sul trade del petrolio.

In circa 6 settimane in relazione al profitto fatto lo swap è ridicolo, vedi immagine sotto, questa operazione potrebbe stare in piedi altri 3 o 4 mesi senza avere alcun problema con lo swap. Ciò è possibile perchè io utilizzo un Broker che offre condizioni competitive. Quando ho aperto questa operazione (un opportunità più unica che rara), sul mio trade del petrolio, ricevevo questo commento, che riporto per trasparenza, in cui mi si accusava addirittura “di non usare la testa”

Io replico con i risultati, i quali dimostrano che forse a non ragionare a sufficenza è l’autore di questo commento.

Vedi caro Antonino, i numeri sono incontrovertibili, vedi immagine sotto.

Su questo conto l’operazione ha fatto 220 euro di profitto accumulando uno swap negativo di 4 euro in 6 settimane.

Il rapporto SWAP / profitto non è distruttivo come da te falsamente scritto.

Ragazzi, i risultati si ottengono con i numeri, non con le dicerie.

Forse il tuo Broker ha uno swap “MOSTRUOSO”?? (Parole tue)

Allora il mio consiglio è il seguente.

CAMBIA BROKER ed evita giudizi sul mio modo di fare trading, che con la tua opinabile scelta di un Broker scarso non ha nulla a che vedere!!!

US OIL

 

Ora ti mostro a titolo di esempio 1 trade, che abbiamo aperto assieme in diretta live quasi 6 mesi fa, DOVE NON STO PERDENDO UN CENTESIMO CON LO SWAP, anzi STO GUADAGNANDO!!!!

Faccio notare inoltre che il mio indicatore di Breakeven, (linea verde) si autoaggiorna in tempo reale man mano che si accumula lo swap, positivo o negativo che sia, spostandosi sul grafico di conseguenza, questo mi permette di avere sempre anche un feedback visivo molto rapido e intuitivo.

USDCHF D1

 

A presto!

Stai lontano dai guadagni facili e ricorda che di trading non si vive!

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *