I sette peccati mortali che causeranno il collasso dell’attuale sistema monetario e finanziario

L’attuale sistema monetario e finanziario, il cui funzionamento è la conseguenza delle scelte di Richard Nixon dell’agosto 1971,  con la crisi economica causata dal COVID si sta mostrando inadeguato.

Chi ha studiato come funzionano il denaro e l’economia, ha capito da tempo che il sistema deciso da Nixon non funziona.

I limiti dell’attuale sistema si fanno sentire a tutti i livelli: stampa di infinite quantità di moneta FIAT, incremento pazzesco dei debiti pubblici e privati, aumento a livelli record delle differenze di reddito tra le varie fasce sociali, crisi bancarie sempre più frequenti, crisi economiche che si susseguono con sempre maggiore frequenza e di dimensioni sempre maggiori.

L’elenco è così lungo che si potrebbe scrivere un libro per elencare tutte queste conseguenze.

Vediamo insieme quali sono i sette peccati mortali dell’attuale sistema monetario e finanziario che prima o poi ne causeranno inevitabilmente, il collasso. Ovviamente non è escluso che il sistema possa venire corretto, tuttavia, le persone che lo gestiscono non sembrano avere alcuna intenzione di cambiarlo.

La sua fine, per questo, sembra inevitabile.

 

  1. inflazione monetaria infinita

Alla fine della seconda guerra mondiale, gli accordi di Bretton Woods delineavano le linee generali del sistema finanziario internazionale che sarebbe stato istituito dal 1944 in poi.

Il sistema monetario e finanziario mondiale venne costruito attorno al dollaro USA, ma utilizzando il valore nominale dell’oro.

Il dollaro USA era la valuta di riserva del mondo e il sistema si basava su qualcosa di tangibile: l’oro. Durante questo periodo, che durò dal 1944 al 1971, la disparità di reddito diminuì prima di stabilizzarsi. D’altra parte, non c’è stata crisi bancaria per quasi 30 anni.

Questo sistema detto gold standard aveva quindi permesso una reale stabilizzazione dell’economia globale.

Poi, nell’agosto 1971, Richard Nixon decise di porre fine agli accordi di Bretton Woods. La sua decisione unilaterale doveva essere temporanea, ma alla fine è diventata definitiva.

Gli accordi di Giamaica del gennaio 1976, regolamentarono il sistema monetario e finanziario come lo conosciamo oggi. Il sistema monetario di parità fisse ma regolabili è stato definitivamente abbandonato. Questi accordi confermano ufficialmente l’abbandono del ruolo legale internazionale dell’oro.

Il sistema dei tassi di cambio fluttuanti venne regolarizzato.

Dall’agosto 1971, le banche centrali hanno il pieno potere di creare moneta. Pertanto, una minoranza di persone non rappresentative, cioè i banchieri, può stampare tutto il denaro FIAT che desidera.

Questo è il primo peccato mortale dell’attuale sistema di cui la Fed e le altre banche centrali abusano costantemente. Questo può essere facilmente osservato dando un’occhiata all’evoluzione dell’offerta di moneta circolante del dollaro USA:

M2 Money Stock dal 1959

L’aumento della liquidità secondaria (M2) ha già avuto una brusca accelerata dopo la crisi del 2008, con un successivo aumento esponenziale nel 2020. In effetti, la Fed ha appena aumentato l’M2 di 3.000 miliardi di dollari in soli tre mesi tra marzo 2020 e giugno 2020 .

Questa infinita inflazione monetaria impedisce la stabilizzazione dell’economia mondiale. Peggio ancora, sta rendendo gli ultra-ricchi sempre più ricchi, mentre i poveri vivono in condizioni sempre più difficili.

 

  1. Debito in continua crescita

Poiché il denaro può essere stampato in quantità illimitate, i governi ne approfittano per prendere in prestito sempre più denaro. Il sistema attuale si basa sulla condizione che i debiti non smettono mai di crescere .

I debiti pubblici degli Stati non vengono mai ridotti.

Il debito pubblico mondiale si avvicina lentamente ma inesorabilmente ai 100.000 miliardi di dollari entro la fine del 2020. In qualità di maggiore potenza economica mondiale, gli Stati Uniti sono leader in questo campo con un debito di oltre 26.500 miliardi di dollari.

Al ritmo attuale, e tenendo conto dei prossimi piani di stimolo a sostegno dell’economia per far fronte alla pandemia di coronavirus, è più che probabile che questo debito raggiungerà i 30.000 miliardi di dollari entro la fine del 2020 .

Il rapporto tra debito pubblico e PIL negli Stati Uniti è ora ben al di sopra del 100%:

Debito pubblico statunitense come percentuale del PIL

La situazione è notevolmente peggiorata dalla crisi economica del 2008. Dopo la crisi del 2008, i problemi del sistema attuale non sono mai stati affrontati.

Invece, tutte le banche centrali hanno deciso di stampare sempre più denaro per nascondere i problemi e non affrontarli.

 

La crisi economica del 2020 è solo una continuazione della crisi del 2008, ma di entità molto maggiore .

L’unica differenza tra oggi e il 2008 è che la FED oggi stava già iniettando liquidità e ha solo esteso la portata dell’intervento.

In termini di debito privato, la situazione è altrettanto catastrofica.  Le banche private stanno creando sempre più denaro prestando ai propri clienti utilizzando il meccanismo della riserva frazionaria.

Per coloro che non comprendono appieno come le banche creano denaro prestando ai propri clienti, vi farò un rapido esempio.

Marco va in banca per prendere in prestito denaro per comprare una macchina o una casa. La banca dà a Marco una linea di credito. Ogni volta che il mutuatario effettua un pagamento, la banca lo ritira dall’importo principale del prestito.

Non si tratta di un’operazione a somma zero, perché la banca detrae l’importo dal saldo della linea di credito concessa. La linea di credito del mutuatario rimane la stessa e la banca può continuare a prestare il denaro in futuro ad altri.

In pratica, dopo che le rate sono state pagate, il denaro andrebbe distrutto perché creato dal nulla, invece ciò non avviene.

Questo modo di operare basato sull’indebitamento dei clienti significa che è possibile creare nuova moneta in quantità sempre maggiore. La quantità di denaro in circolazione può solo aumentare. Il prezzo delle valute FIAT diminuisce inesorabilmente.

 

  1. Un sistema bancario opaco e corrotto

Il sistema bancario è opaco e corrotto. Se hai dei dubbi, digita semplicemente “Corruzione scandali bancari” su Google.

La grande quantità di scandali finanziari e bancari dimostra che l’intero sistema bancario ha dei problemi. Il sistema bancario infatti, tradisce e si approfitta costantemente della fiducia di istituzioni e clienti. In queste condizioni, con questa quantità di corruzione e avidità agli alti vertici, l’attuale sistema bancario non può funzionare come dovrebbe.

 

  1. Manipolazione del mercato

La stampa illimitata di denaro FIAT da parte delle banche centrali è la radice di tutti i mali dell’attuale sistema. La prova è data dal modo in cui questo denaro viene utilizzato.

Per salvare il sistema attuale a tutti i costi, le banche centrali stanno iniettando nei mercati finanziari  il denaro stampato.

La Fed acquista principalmente titoli del Tesoro USA, il che consente al governo americano di aumentare ulteriormente il debito pubblico statunitense. La Fed va oltre acquistando anche molte altre attività.

La Fed non ha ancora il diritto di acquistare azioni direttamente sul mercato azionario, ma si vocifera che in futuro verrà consentito.

Le azioni della Fed distorcono il mercato creando alla fine una vera e propria bolla nel mercato azionario. Questo è esattamente ciò che sta accadendo durante l’attuale crisi economica.

Fuggiti dal mercato obbligazionario a causa di tassi di interesse sempre più bassi, i singoli investitori si sono precipitati nel mercato azionario acquistando principalmente azioni di società tecnologiche.

Si è formata una vera bolla speculativa, che alla fine esploderà e distruggerà tutti gli investitori meno esperti .

Il mercato libero non esiste più negli Stati Uniti. La situazione è identica in Europa o in Giappone. Per farti un’idea migliore, ti allego il bilancio della Fed che a marzo 2020 vede un’impennata mostruosa:

Evoluzione del bilancio della Fed

In poche settimane, il bilancio della Fed è cresciuto del + 70% per rendere la Fed il principale gestore patrimoniale al mondo davanti a BlackRock.

Anche la situazione della Banca Centrale Europea è simile. A dire il vero, tutte le banche centrali stanno seguendo questa tendenza all’esplosione dei bilanci.

 

Il mercato libero non esiste più nel 2020 .

Anche nel mondo delle aziende, in particolare in America, il libero mercato non esiste più, come hanno dimostrato i vari salvataggi concessi dal governo degli Stati Uniti ad alcune società.

È il governo americano che ha deciso il destino delle aziende senza lasciare che il mercato facesse la sua naturale selezione. Le aziende che avrebbero dovuto scomparire sono state salvate.

 

  1. Censura

I governi, le banche centrali e le banche private controllano il sistema attuale. Il loro potere di censura è immenso. In qualsiasi momento, un governo può chiedere arbitrariamente la confisca dei tuoi beni.

Le banche private possono bloccare le transazioni dei propri clienti come meglio credono.

Poiché sono istituzioni private, le banche hanno il diritto di applicare le regole che desiderano. Di recente abbiamo avuto l’esempio delle banche che hanno chiuso i conti dei clienti che avevano osato criticarli sui social network.

La libertà di espressione viene ostacolata proprio dalle Banche, che sono un mezzo istituzionale della nostra società!

 

  1. Un sistema che non si evolve

I politici, i banchieri centrali, i banchieri privati ​​e gli economisti a capo dell’attuale sistema monetario e finanziario sono persone molto intelligenti. Sanno perfettamente che il sistema attuale ha dei gravi problemi.

Jerome Powell, presidente della Fed, lo ha ammesso il 17 maggio 2020, durante un’intervista esclusiva per il programma 60 Minutes :

“Le persone nelle condizioni peggiori, sono le persone assunte più di recente, cioè le persone meno pagate. In particolare le donne. Domani pubblicheremo un rapporto che mostra che, delle persone che lavoravano a febbraio che guadagnavano meno di 40.000 dollari all’anno, quasi il 40% ha perso il lavoro nell’ultimo mese circa. Statistica incredibile. Quindi il peso di tutto questo cade sulle spalle di questa fascia di persone. “

– Jerome Powell

Jerome Powell conosce l’ingiustizia provocata dalla politica di allentamento quantitativo illimitato portata avanti da tutte le banche centrali.

 

Le persone più povere hanno sempre più problemi, mentre i ricchi diventano sempre più ricchi .

Jerome Powell denuncia la situazione, ma non farà nulla per provare a cambiare un sistema che lo avvantaggia e che gli ha permesso di diventare multimilionario. Questo vale per tutte le figure chiave che ricoprono posizioni di potere.

Nessuno ha interesse a cambiare un sistema che lo avvantaggia.

Bloccato nella totale immobilità, l’attuale sistema monetario e finanziario arriverà alla fine.

 

  1. Il dollaro USA come valuta di riserva mondiale

Il dollaro USA è la valuta di riserva mondiale dal 1920. L’istituzione dell’attuale sistema monetario e finanziario nell’agosto 1971 ha solo rafforzato l’egemonia del dollaro USA.

Questa egemonia dà un incredibile privilegio agli Stati Uniti .

Il fatto che il dollaro USA sia la valuta di riferimento utilizzata nel commercio internazionale, soprattutto nel mondo del petrolio, implica una domanda sempre crescente di questa valuta.

Di conseguenza, il dollaro USA è molto più liquido di altre valute. Quando il mondo attraversa una crisi di liquidità, come è avvenuto all’inizio di marzo 2020, si verifica un forte aumento della domanda di dollari.

La Fed, quindi, pomperà l’offerta di dollari americani, per soddisfare questa domanda in continua crescita . Questo comportamento porta di riflesso a una svalutazione delle altre valute, la Fed è pertanto in grado con questo meccanismo di esportare l’inflazione del dollaro USA in tutto il mondo. La politica fallimentare della Fed sta influenzando l’intero sistema monetario e finanziario mondiale.

Questa espansione monetaria illimitata permette agli Stati Uniti di imporre una sorta di imposta mascherata a tutto il resto del mondo.

E’ auspicabile che prima o poi dovrà emergere una valuta più politicamente neutra per bilanciare le cose e consentire la costruzione di un sistema più equo per tutti.

Conclusione

L’attuale sistema monetario e finanziario è relativamente giovane. Celebrerà il suo 50 ° anniversario nel 2021. Alcuni pensano che questo sistema sia sempre stato lì. In realtà, è più un esperimento che un’istituzione e mostra i suoi difetti anno dopo anno.

Tags:

1 Comment

  1. Ciao.
    Credo che lasciare un commento sia molto difficile in quanto cio che dici è la cruda realtà delle cose che nessun potente ha interesse a cambiare , a parte il labile tentativo di qualche anno fa da parte di Russia-Cina-Brasile- e altri 2 che nemmeno ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *