Le tre abitudini di Bill Gates che cambieranno il tuo modo di leggere

La lettura ti permette di conoscere cosa pensano le persone più intelligenti della terra.

Imparare dalle persone migliori è il modo più rapido per diventare saggi, coltivare i pensieri e diventare ricchi.

Il solo atto di leggere però non ti rende una persona migliore, puoi leggere 52 libri all’anno, uno a settimana, senza cambiare nulla.

E’ invece quello che leggi e come lo leggi che migliorerà la qualità della tua vita e della tua mente.

Recentemente Bill Gates ha condiviso gratuitamente una lezione dal valore inestimabile su come leggere.

Di seguito ti riassumo le sue tre principali pratiche di lettura e il modo in cui applicarle:

 

  1. Prendere appunti a margine

Nell’era della distrazione si è facilmente tentati a spostare la nostra attenzione. Con lo smartphone sempre a portata di mano, è molto probabile perdere la concentrazione senza nemmeno rendersene conto.

Prendere appunti a margine è un modo semplice ed efficace per rimanere presenti. Tenendo la penna tra le mani, che rappresenta il modo con cui interagisci con il libro di fronte a te, troverai più facile concentrarti sui tuoi pensieri.

Anche “scarabocchiare” sulle pagine servirà a ricordare ciò che hai letto così la tua nuova conoscenza si legherà a ciò che già conosci.

Gates mira sempre a collegare nuove conoscenze a ciò che già sa e se si trova in disaccordo con l’argomento che sta leggendo prenderà ancora più note a margine:

“Se non sono d’accordo con un libro, a volte impiego parecchio tempo per leggerlo perché mi trovo a scrivere moltissime note a margine e questo, in realtà, diventa un po’ frustrante. A volte mi trovo a sperare di leggere qualcosa con cui sono d’accordo così posso andare avanti nella lettura del libro. ”

Come procedere:

Prima di aprire il tuo prossimo libro prendi in mano una penna. Annota una domanda se il discorso non ti è chiaro, scrivi i tuoi pensieri direttamente sul libro e collega ciò che impari con ciò che già sai.

Come puoi collegare le parole che hai di fronte alle tue esperienze?

Quale esempio puoi aggiungere alla pagina che contraddice questa affermazione?

Hai qualche ricordo che dimostri il punto in questione?

Presto ti renderai conto che prendere appunti non solo ti aiuta a concentrarti ma anche a ricordare ciò che leggi, più scrivi a margine e più ricorderai.

Fai un’associazione tra le nuove informazioni del libro e le informazioni che già conosci. Più elabori o cerchi di capire qualcosa, più è probabile che manterrai queste nuove informazioni nella tua memoria a lungo termine.

 

  1. Termina ogni libro che leggi

Il secondo principio di Gate è semplice: arrivare sempre alla fine.

O meglio: leggi i libri da copertina a copertina.

Eh? Sul serio? Solitamente i coach che insegnano a sviluppare l’efficacia personale consigliano di non portare a termine testi che risultano scadenti.

Bill non dice che dovresti completare un libro orribile, la sua regola indica di valutare a priori cosa leggere e decidere prima se un libro vale o no il tuo tempo.

In questo modo diventerai un lettore intenzionale come è Bill Gates. La sua regola di finire sempre ciò che si inizia, ci indurrà a pensare due volte prima di iniziare un libro.

Finire ogni libro che leggi non significa che dovresti sforzarti di leggere un brutto libro ma sceglierli invece con cura per poi impegnarti a completare il libro anche se risulta essere difficile, contraddittorio o scoraggiante.

Come farlo:

Attraverso il web puoi conoscere ciò che leggono le menti più intelligenti del mondo. Ad esempio, Obama su Twitter ha riportato l’elenco dei suoi libri preferiti che ha letto nel 2019, anche Bill condivide i suoi consigli una volta all’anno.

Crea anche tu un elenco di testi che intendi acquistare nel prossimo futuro, scrivi nero su bianco una tua personale lista, tienila costantemente aggiornata con gli argomenti che vuoi approfondire così prima di entrare in libreria o fare un ordine on line potrai scorrerla e decidere cosa leggere.

 

  1. Leggi per almeno un’ora

Per concentrarti su un testo, dice Bill, dovresti pianificare almeno un’ora del tuo tempo. Ecco cosa dice:

“Se leggi siediti un’ora ogni volta. Tutte le sere leggo, leggo poco più di un’ora, così posso prendere il mio libro la mia penna in mano e fare progressi “.

Punta il timer a un’ora di lettura ininterrotta al giorno e goditi ogni minuto in più che riesci a ricavarti per questa attività.

Come farlo:

Rendi non negoziabile il tempo che dedichi alla lettura, inserisci una sveglia nel tuo smartphone all’ora che hai pianificato di dedicare alla lettura e quando suona comincia a leggere, non rimandare a più tardi. Spegni sempre lo smartphone per non cadere in facili distrazioni e fai suonare una seconda sveglia dopo un’ora. Una volta che è suonata la seconda sveglia avrai già letto un’ora e potrai decidere se proseguire liberamente o interrompere l’attività.

Bill racconta: Il mio rituale della buonanotte è leggere. A letto, posso dormire o leggere. È così che mi impegno nella lettura. Prima spegnerai i tuoi dispositivi la sera, più imparerai.

 

Riassumendo:

Seguire i principi di Bill non è complesso, lungo o estenuante.

Al contrario: questi principi rendono la lettura divertente e utile.

Prendi appunti a margine per interagire con ciò che leggi.

Scegli intenzionalmente e finisci tutti i libri che hai deciso di leggere.

Trasforma la lettura in un rituale per avere un’ora di lettura senza distrazioni.

Invece di sentirti scoraggiato da tutte le idee su cosa potresti fare per migliorare la tua lettura, divertiti a sperimentare il tuo ritmo. Mantieni i principi che funzionano per te ed elimina il resto.

Decidi di usare questi consigli sulla lettura e magari adattali alle tue abitudini finché non trovi uno schema che ti aiuti nel tuo viaggio verso la salute, la saggezza e la ricchezza.

 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *